mercoledì 23 novembre 2011

I salumi del Frantoio protagonisti di una serata davvero gourmet in una particolare location

Ieri sera ho partecipato ad un evento organizzato di un nuovo brand I salumi del Frantoio che nasce dalla joint venture tra tra due grandi realtà, Grandi Salumifici Italiani, operatore leader in Italia nel mercato della salumeria, e Creta Farm S.A., una delle società più attive in Grecia nel settore alimentare, e che ha dato vita ad una nuova azienda, Frantoio Gentileschi S.p.a.
Caratteristica che distingue la gamma sul mercato è l’innovativo procedimento che permette di sostituire ai grassi animali i preziosi nutrienti dell’olio di oliva extra vergine. Oltre a garantire il gusto tradizionale e autentico dei salumi, è infatti in grado di offrire la qualità di un prodotto sicuro e con un’attenzione al benessere senza rientrare nella categoria di prodotti funzionali. 
Proprio per questa ragione tra gli ospiti della sera che ci hanno accolto , oltre al General manager dell'azienda Evaristo Rota, c'era anche la nutrizionista Samanta Biale, che ci illustrato passo dopo passo, tra una portata e l'altra, le carattersitche di una dieta equilibrata, che non esclude il consumo dei salumi.
Da anni Grandi Salumifici Italiani è attiva nel campo della nutrizione, ascoltando le necessità della comunità scientifica, del consumatore e delle istituzioni. L’azienda si è dedicata alla ricerca di mercato per rispondere alla esigenze dei consumatori, avendo sempre come obiettivo principale il gusto unito a stili di vita sani e con una forte attenzione per la sicurezza alimentare.
Per quanto riguarda la serata per il lancio di un prodotto innovativo che ha come ingrediente principale l'olio, non poteva non essere scelta una location più adeguata:  Frantoi Cultivar Blu, sul Naviglio paevese a Milano.
Il suo proprietario Gino Celletti, nonchè  direttore delle più importanti competizioni internazionali di Analisi sensoriale, ci ha illustrato le particolarità dei numerosi tipi di oli, accompagnadoci in un percorso degustativo originale alla scoperta di un mondo a me abbastanza ignoto fino a ieri; il tutto sempre accompagnato dai prodotti Salumi del Frantoio. La location ha al suo interno due frantoi, diverse sale e una varietà incommensurabile di oli da provare.
Per coloro che volessero andare a cenare in questo ristorante la degustazione "giocando con l'olio" che abbiamo testato noi è offerta gratuitamente a tutti gli ospiti del locale.
Dopo la degustazione abbiamo poi iniziato la vera e propria cena con tutte le portate ovviamente create con la vasta gamma di referenze Salumi del Frantoio, le cui referenze, disponibili in GDO da ottobre 2011, sono: Cotto Rustico, Mortadella, Pollo arrosto, Tacchino arrosto, Würstel di puro suino, Würstel di pollo e tacchino
Ogni portata è stata sempre accompagnata da un saporitissimo olio di una regione e da un vino accuratamente selezionato.
Per gli appassionati di cucina poi, è disponibile sul sito de I salumi del Frantoio un'ampia sezione sulle ricette create in collaborazione con Donna Moderna  e con Gamberorosso, dove vengono eslatati al meglio questi prodotti.
Assolutamente consigliata è stata la mousse di prosciutto che ho provato ieri e che proverò a rifare quanto prima!


Ecco le foto dell'ottimo menu che ci hanno offerto ieri tutto realizzato con i salumi del Frantoio:
Pizza napoletana di sfoglia all'olio con mozzarella e julienne di tacchino arrosto
Foglie d'olivo agli spinaci con julienne di tacchino arrosto e pecorino


busiate (pasta fresca)  alla norma melanzane pollo arrosto e ricotta salata al forno

Tagliata di wurstel di pollo e tacchino in crema di gorgonzola e scaglie di parmigiano croccante

Wurstel di puro suino in panur di pistacchi con mousse di melanzane e salsa al nero d'avola cannella


Sorbetto di limone (con olio monocultivar Bosana)
 

1 commento:

  1. che bei piatti...i salumi promettono bene!

    RispondiElimina